Lavori Pubblici

Pareri paesistici, il Dl Cultura abbatte il potere assoluto dei Soprintendenti

Francesco Nariello

Nel Dl 83 appena convertito debuttano le "commissioni regionali" del Ministero a cui è possibile rivolgersi per riesaminare gli atti dei Soprintendenti, e che possono modificare tali pareri

Il premier Matteo Renzi, nella conferenza stampa sull'operazione Sblocca-Italia, ha annunciato tra le altre cose «misure per ridurre il potere di vero delle Soprintendenze». Ma di fatto questo processo è già cominciato con il decreto Cultura, il Dl 83/2014 convertito in legge dal Parlamento nei giorni scorsi e andato in Gazzetta.

Nella legge si prevede la possibilità di un riesame d'ufficio, da parte di apposite commissioni costituite da personale del Ministero dei Beni Culturali a livello regionale, dei pareri rilasciati dalle Soprintendenze, «ponendo così di fatto fine - spiegano al dicastero guidato da Dario Franceschini - al potere monocratico insindacabile dei Soprintendenti».

APPROFONDISCI QUI


© RIPRODUZIONE RISERVATA