Lavori Pubblici

Piano casa, le norme per gli ampliamenti regione per regione

Mau.S - M.C.V.

Guida a tutti gli interventi ammissibili, con ampie schede riassuntive della legislazione regionale e delle scadenze insieme ai testi delle leggi coordinati con tutte le modifiche apportate nel corso degli anni

Quando il provvedimento del cosiddetto «Piano casa» è stato varato, in pochi erano pronti a scommettere sul suo successo. Soprattutto gli amministratori locali si sono dimostrati estremamente sospettosi nell'accogliere l'idea dell'allora premier, Silvio Berlusconi, di concedere agli italiani, proprietari di una casa mono o bifamiliare, la possibilità di ingrandirsi, fruendo di premi volumetrici fino al 20% e in deroga alle previsioni del piano regolatore.
Eppure, quel modo per sfatare la crisi economica, per rilanciare l'edilizia e per consentire alle famiglie di realizzare quella «stanza in più» dove fare posto a figli o nipoti ormai cresciuti o a genitori anziani, magari non autosufficienti, in qualche modo ha funzionato. Perché, a distanza di cinque anni dall'intesa, tuttavia, le leggi regionali che attuano il cosiddetto «Piano casa» sono ancora operative su tutti i territori. Con la sola eccezione dell'Emilia Romagna (che arrivata alla scadenza della legge mai ha prorogato) e della Lombardia (che, dopo aver riformulato la propria legge, ha lasciato scadere la seconda versione, annunciando di voler rafforzare le possibilità per l'ampliamento già contenute nella legge di governo del territorio).

Ora la sfida che si apre è di ordine diverso. Qualche Regione lo ha già fatto, qualcuno lo ha annunciato. Un po' ovunque, però, avanza l'intenzione di provare a trasformare misure temporanee in provvedimenti a regime. Che siano inseriti nelle leggi di governo del territorio o in testi ad hoc.

Con il dossier on line di questo mese Edilizia e Territorio fa il punto della situazione . E soprattutto offre una guida operativa offre una guida concreta a tutti gli interventi ammissibili in ogni singola regione, con ampie schede riassuntive della legislazione regionale e delle scadenze insieme ai testi delle leggi coordinati con tutte le modifiche e gli aggiornamenti apportati nel corso degli anni.

Nel dossier trovano spazio l'analisi delle norme regionali con la guida agli interventi da realizzazre su immobili residenziali e non. Approfondimenti ad hoc riguardano poi le agevolazioni legate all'efficienza energetica, all'antisismica, alle operazioni di demolizione e ricostruzione di interi edifici. Senza dimenticare la possibilità di sopraelevazione, il riuso dei sottotetti a fini abitativi e l'ìesempificazione dei titoli abilitativi richiesti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA