Lavori Pubblici

Bonus mobili, stop della commissione Bilancio. Congelati anche gli sgravi all'affitto

Mau.S.

L'eliminazione del tetto imposto dal costo della ristrutturazione congelata in attesa della relazione tecnica del Governo sulle coperture

Torna in bilico l'eliminazione del tetto al bonus mobili. La commissione Ambiente e lavori pubblici del Senato ha dato ieri l'ok a un emendamento al decreto casa (Dl 47/2014 attualmente in fase di conversione) che fa saltare il vincolo in base al quale, per usufruire del bonus mobili (fino a un massimo di 10mila euro), gli arredi devono costare meno della ristrutturazione. Oggi però è arrivato l'alt della commissione Bilancio.

Il bonus mobili viene così «congelato» in attesa della relazione tecnica del Governo. Lo riferisce il relatore al Dl casa Stefano Esposito (Pd), al termine dell'esame della commissione Bilancio sugli emendamenti già approvati in vista dell'esame dell'Aula. Il nodo è rappresentato dalle coperture ma per «ora - sottolinea il senatore - abbiamo evitato che fosse cancellato».

Secondo quanto viene riferito da fonti parlamentari, per il ministero dell'Economia
il nuovo bonus mobili non comporterebbe effetti finanziari e ricalcherebbe anche una norma approvata in precedenza dalla stessa Ragioneria dello Stato. Entro il prossimo martedì comunque è attesa una relazione tecnica del governo in Parlamento su questo tema.

Disco rosso anche all'emendamento che prevede sgravi Irpef sugli affitti per gli inquilini con redditi medio-bassi. L'emendamento di Sel, approvato ieri, comporta secondo la Commissione «maggiori oneri» ed è stato dunque «fermato» sulla base dell'articolo 81 della Costituzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA