Lavori Pubblici

Aniem: avanti con la «smaterializzazione» del Durc

Alcune reazioni sulla dematerializzazione del Durc, dietro la strumentalizzazione di presunti problemi tecnico-applicativi, nascondono la resistenza al cambiamento, al superamento di procedure e sistemi che nulla hanno a che vedere con gli interessi dei lavoratori e con la funzionalità del sistema economico», sono le parole di Dino Piacentini, Presidente di Aniem, l'associazione delle piccole e medie imprese manifatturiere edili, aderente a Confimi Impresa, a commento all'articolo 4 del decreto Lavoro che prevede la semplificazione e la smaterializzazione del Durc (il Documento unico per la regolarità contributiva).
«Se ci sono problemi tecnici per informatizzare il Durc – prosegue il Presidente di Aniem – e per far dialogare i sistemi informativi degli enti interessati (Inps, Inail e casse edili) si tratta di problemi assolutamente gestibili e superabili nel 2014». «La sburocratizzazione comporta, a regime, vantaggi economici, sostanziale semplificazione e velocizzazione delle procedure», aggiunge Dino Piacentini. Che conclude: «Ci auguriamo che nessuna Organizzazione rappresentativa di imprese e lavoratori ostacoli una scelta di modernizzazione che va a perseguire interessi collettivi e vantaggi degli operatori economici e, conseguentemente, delle opportunità per il mondo del lavoro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA