Lavori Pubblici

Progettazione, non serve il coordinatore nei cantieri privati sotto i 100mila euro

Giuseppe Latour

Lo ha spiegato il ministero del Lavoro, rispondendo a una richiesta di chiarimento dell'Aniem, con l'interpello n. 2 del 2014

La nomina del coordinatore per la progettazione non è necessaria nelle opere private di importo inferiore ai 100mila euro e per le quali non serve il permesso di costruire. Lo ha spiegato il ministero del Lavoro, rispondendo a una richiesta di chiarimento dell'Aniem, con l'interpello n. 2 del 2014 .

La domanda dei costruttori riguardava la corretta individuazione dei cantieri ai quali si applica l'articolo 90, comma 11 del Testo unico sicurezza. In base a questa disposizione, la designazione del coordinatore per la progettazione da parte del committente o del responsabile dei lavori, obbligatoria ai sensi del comma 3 dello stesso articolo in caso di presenza in cantiere di più imprese esecutrici, anche non contemporanea, «non si applica ai lavori privati non soggetti a permesso di costruire in base alla normativa vigente e comunque di importo inferiore ad euro 100mila. In tal caso, le funzioni del coordinatore per la progettazione sono svolte dal coordinatore per la esecuzione dei lavori».

Non è chiaro se i requisiti indicati dall'articolo 90 debbano essere entrambi rispettati, per accedere alla semplificazione Così l'Aniem ha scritto al ministero. In base alle indicazioni della Commissione per gli interpelli, i paletti devono essere entrambi tenuti in considerazione. Quindi, l'opera non deve essere sottoposta a permesso di costruire e l'importo dei lavori non deve superare i 100mila euro. Nel caso di lavori soggetti a permesso di costruire, invece, il committente è sempre tenuto, quando sia prevista la presenza in cantiere di più imprese esecutrici, anche non contemporanea, a nominare il coordinatore in fase di progettazione, qualunque sia l'entità dell'opera. Infine, la Commissione sottolinea che, in questi casi, il coordinatore per l'esecuzione deve essere nominato contestualmente all'affidamento dell'incarico di progettazione, in modo da consentire la piena realizzazione di tutti i compiti connessi al ruolo di coordinatore per la progettazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA