Lavori Pubblici

«Tuttocasa24»: ritorna più facile programmare i lavori in condominio

La terza puntata della Guida TuttoCasa 2014 del Sole 24 Ore è dedicata al condominio: una materia profondamente toccata dalla riforma, entrata in vigore lo scorso giugno, e dai correttivi operanti dal 1° gennaio di quest'anno. Nelle due pagine si troverà una panoramica degli aspetti più importanti, dall'assemblea alle parti comuni, dalla ripartizione spese al rendiconto.
Uno degli aspetti sicuramente più nuovi e interessanti subentrati con i correttivi del primo gennaio 2014 riguarda l'articolo 1, comma 9, del Dl 145/2013, che ha modificato la disciplina della deliberazione dell'assemblea condominiale di approvazione delle opere di manutenzione straordinaria del fabbricato o delle innovazioni.

In pratica, se prima il condominio doveva dimostrare, obbligatoriamente prima dell'inizio dei lavori, di essere in possesso di un fondo speciale d'importo pari all'ammontare intero dei lavori – con la difficoltà di trovare spesso in anticipo tutti i soldi richiesti per lavori di grande portata – ora il Dl 145/2013 "Destinazione Italia" aggiunge che «se i lavori devono essere eseguiti in conformità a un contratto che ne prevede il pagamento graduale in funzione del loro progressivo stato di avanzamento, il fondo può essere costituito sui singoli pagamenti dovuti». Il Dl 145 attribuisce quindi ai condomini la facoltà di stabilire un pagamento collegato agli stati di avanzamento; nel qual caso il fondo speciale può essere costituito "stepwise", ovvero in relazione ai pagamenti dovuti di volta in volta. Insomma, ritorna ad essere più semplice l'iter di fattibilità per le opere più onerose che riguardino il condominio e le tasche dei condòmini.

Ma una serie di focus saranno dedicati ai provvedimenti correttivi anche in materia di risparmio energetico, di regolamento condominiale, degli amministratori e loro responsabilità, della nuova "anagrafe condominiale".


© RIPRODUZIONE RISERVATA