Lavori Pubblici

Appalti pubblici, ritoccate al rialzo le soglie per le gare di rilievo europeo

Mauro Salerno

Pubblicato il regolamento della Commissione che corregge gli importi a partire dal primo gennaio 2014. Per lavori e concessioni si passa da 5milioni a 5.186mila euro.

Si alzano le soglie per gli appalti pubblici di rilevanza comunitaria. È stato pubblicato sulla Gazzetta europea il Regolamento della Commissione europea del 13 dicembre 2013 che modifica gli importi per l'applicazione delle procedure di gara previste dalle norme europee per l'assegnazione degli appalti di lavori, servizi e forniture. La correzione è immediatamente operativa e impatta sull'articolo 28 del codice appalti. Il regolamento della Commissione è infatti una norma «self executive» e dunque si applica direttamente senza bisogno di recepimento. A partire dal primo gennaio 2014 dunque le stazioni appaltanti dovranno tenere conto delle nuove soglie al momento di indire le procedure di aggiudicazione.

Nel merito, per gli appalti e le concessioni di lavori la soglia passa da 5milioni a 5.186.000 euro. Per gli appalti di servizi e forniture si passa da 200mila a 207mila euro. A meno che a promuovere l'intervento non sia un'amministrazione dello Stato (come ad esempio un ministero). In questo caso la soglia sale da 130mila a 134 mila euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA