Lavori Pubblici

Autorizzazione paesaggistica, mini-proroga di un anno se il cantiere è iniziato da 5 anni

Massimo Frontera

Sulla «Gazzetta Ufficiale» è stato pubblicato il testo del Dl Cultura (n.91/2013) convertito in legge

È arrivato sulla «Gazzetta Ufficiale» il decreto Cultura con le nuove norme sulle autorizzazioni paesaggistiche. Due le novità principali. La durata massima del periodo di proroga delle autorizzazioni, dopo il quinquennio base, torna al limite di un anno. E per tutte le autorizzazioni in vigore scatta un allungamento d'ufficio di tre anni.

L'intervento si innesta sull'articolo 146, comma 4 del Codice dei Beni culturali (Dlgs n. 42/2004). L'ultimo capoverso della norma era già stato modificato due volte dal decreto Fare (Dl 63/2013) e della sua legge di conversione. Il primo cambiamento aveva stabilito che, nel caso i lavori fossero iniziati entro i cinque anni, l'autorizzazione paesaggistica sarebbe stata efficace per un anno oltre la scadenza del termine.

Ecco in sintesi il quadro riassuntivo della validità dell'autorizzazione paesaggistica.
Opere pubbliche : per tutta la durata dei lavori purché iniziati nei cinque anni
Opere private : cinque anni, più uno se i lavori iniziano nei cinque anni
Regime transitorio opere private: tre anni di proroga per le autorizzazioni in essere al 21 agosto 2013.

Scarica il testo coordinato del Decreto legge 91/2013


© RIPRODUZIONE RISERVATA