Lavori Pubblici

Costi e procedure per le terre da scavo, guida al riutilizzo dopo il decreto Fare

a cura di Giuseppe Latour e Mauro Salerno

Il punto sul trattamento dello "smarino" dopo le novità introdotte dal Dl 69/2013 convertito dalla legge 98/2013, in vigore dal 21 agosto. le nuove procedure illustrate dai nostri esperti con casi pratici, modelli e testi normativi

Come funziona la nuova autocertificazione prevista dal decreto fare? Quali sono i suoi rapporti con il Dm 161/2012? Quali costi è necessario sostenere per affrontare la procedura? Quali sono i paletti da rispettare in caso di trasporto dei materiali da un cantiere a un altro? Con questo fascicolo on line «Edilizia e Territorio» fa il punto sulla disciplina relativa al riutilizzo delle terre e rocce da scavo, pesantemente innovata dal decreto fare (Dl n. 69/2013).

Oltre agli articoli di approfondimento con esempi e casi concreti, illustrati dai nostri esperti, anche i testi aggiornati di tutte le norme attualmente in vigore. Il fascicolo on line è riservato agli abbonati.

Per leggere, scaricare e stampare articoli e documenti è sufficiente un clic sui titoli riportati in basso.

DM 161 O CODICE AMBIENTE PER TRATTARE LE TERRE RESTANO SOLO DUE STRADE (di Giuseppe Latour)

AUTOCERTIFICAZIONE SENZA PIANO DI UTILIZZO, CON LE NUOVE REGOLE ITER PIU' SNELLO E COSTI RIDOTTI (di Claudio Degano, Giuseppe Latour, Fabrizio Luches)

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEI PIANI DI UTILIZZO (di Claudio Degano e Fabrizio Luches)

TRASPORTO: ECCO I DOCUMENTI INDISPENSABILI, SANZIONI SEVERE CON IL DM 161 (di Claudio Degano e Fabrizio Luches)

AUTOCERTIFICAZIONE DALL'ARPA PIEMONTE IL PRIMO MODELLO PER LE IMPRESE: SCARICA
LE NOVITA' DEL DECRETO FARE: CONSULTA E SCARICA GLI ARTICOLI 41 E 41-BIS

IL TESTO UFFICIALE DEL DM 161 DEL 10 AGOSTO 2012


© RIPRODUZIONE RISERVATA