Lavori Pubblici

Federcasa: l'attestato per le case popolari costerà 5 milioni agli ex Iacp

«Poche ore ancora e la Camera dei Deputati convertirà in legge il dl n.63 sugli ecobonus, un provvedimento che sosterrà giustamente milioni di famiglie nell'opera di efficientamento energetico delle proprie abitazioni ma che, al tempo stesso, colpirà pesantemente il mondo dell'edilizia residenziale pubblica, tutti gli Enti ex Iacp che in Italia gestiscono un patrimonio di 760 mila abitazioni destinate alle fasce meno abbienti della popolazione».

Lo dichiara Emidio Ettore Isacchini, presidente di Federcasa. «Se il testo del decreto (art 6, comma 2) non venisse emendato, secondo le indicazioni della nostra Federazione - prosegue Isacchini - gli Enti dovrebbero dotare contemporaneamente con l'attestato di prestazione energetica un gran numero di alloggi, circa 10 mila all'anno, per un costo esorbitante e insostenibile di circa 5 milioni di euro. Le difficoltà di bilancio dei gestori sono note, la conversione del testo senza opportune modifiche sarebbe oltremodo dannosa. Federcasa chiede pertanto che l'obbligo di certificazione previsto dal dl n.63 non sia applicato agli edifici di edilizia residenziale pubblica concessi in locazione abitativa a canone sociale realizzati prima dell'entrata in vigore del decreto legislativo n192 del 2005 e non oggetto di manutenzione straordinaria».


© RIPRODUZIONE RISERVATA