Lavori Pubblici

Sbloccati agli enti locali 5 miliardi dal Mef e 3,6 miliardi da Cdp

Massimo Frontera

Atteso il Gazzetta il decreto del Mef che ripartisce a Comuni e Province anche gli ultimi 500 milioni di spazi finanziari di deroga al patto di stabilità per pagare le imprese

Con l'assegnazione degli ultimi 500 milioni di spazi finanziari a Comuni e Province si chiude per quest'anno la "partita" del budget complessivamente stanziato a favore di Comuni e Province per pagare le imprese.

Vai al testo del Dm Economia del 15 luglio in attesa di pubblicazione in Gazzetta

La contabilità relativa alla disponibilità 2013 si chiude con l'assegnazione di 3.831.669.000 euro di spazi finanziari di deroga al patto di stabilità ai Comuni e di 1.168.331.000 euro alle Province, per un totale di 5 miliardi, cioè il plafond messo a disposizione dal Decreto 35/2013 sui pagamenti dei crediti della Pa.

Poi ci sono i 3,6 miliardi di euro già concessi da Cassa depositi e prestiti a Comuni e Province.

Tra i beneficiari delle misure ci sono soprattutto le imprese di costruzione. In base agli ultimi dati disponibili, diffusi dall'Ance l'11 luglio scorso, risultano erogate alle imprese circa 1,2 miliardi di euro, di cui 700 milioni da parte delle Provincie e il resto dai Comuni. Un dato che viene letto dall'Ance in modo positivo, perché rappresenta il segnale che la "macchina" dei pagamenti si è messa in moto e sta producendo risultati, compatibilmente con i tempi delle procedure amministrative.

Vai alla lista completa dei Comuni beneficiari degli spazi finanziari concessi dal Mef


© RIPRODUZIONE RISERVATA