Lavori Pubblici

A Milano al via la competizione di idee per una passerella sui Navigli

Massimiliano Carbonaro

Un concorso di idee che guarda all'Expo, riservato a progettisti under 40 e con serie possibilità di concretizzarsi in un'opera. È questo l'identikit del bando intitolato all'architetto Mario Gottardi per una passerella ciclopedonale sul Naviglio della Martesana di Milano.

Scarica il bando a questo link
La location è stata pensata ad hoc, siamo in uno dei tradizionali corsi d'acqua che lambiscono Milano e che una volta l'attraversavano, uno di quei Navigli che grazie all'avvicinarsi della Esposizione universale del 2015 saranno sotto gli occhi di tutti. E l'idea nasce proprio con l'obiettivo di promuovere la navigabilità di queste vie d'acqua in vista dell'Expo. Ma in principio si pensava ad un prototipo di passerella adatto un po' ad ogni tratto dei Navigli. Poi grazie alla collaborazione con l'amministrazione comunale è nato un concorso ben identificato come posizionamento - deve essere pensato di scavalcamento presso via Padova-via San Mamete - e che ha tutte le carte in regola per essere realizzato: così spiegano dal comitato organizzatore del bando. I promotori dell'iniziativa sono il Collegio degli ingegneri e architetti di Milano ma anche l'Istituto per i Navigli insieme alla Società italiana di Ergonomia più la famiglia Gottardi.

La passerella dovrà essere larga 5 metri e garantire un passaggio agevole a pedoni e ciclisti consentendo comunque la navigabilità del corso d'acqua. La tipologia di passerella può essere sia fissa che meccanica e i progetti che verranno premiati saranno in base alla capacità di facilitare il passaggio e di rispettare il contesto storico-ambientale dei luoghi, ma anche di riuscire a occupare minor suolo privato e soprattutto ad avere precise caratteristiche di riproducibilità lungo i Navigli. Il bando non fissa un limite nei costi dell'opera ma richiede una stima del valore economico del manufatto. Fondamentale per la partecipazione è il limite di età dei concorrenti che non devono aver superato i 40 anni: il concorso li chiama "giovani" architetti e ingegneri. Il bando fissa anche un montepremi: al primo classificato andranno 5mila euro, 2mila al secondo e mille per la terza piazza.

Per quanto riguarda le tempistiche, il bando è pubblicato sul sito del collegio il 19 giugno, mentre il 17 settembre scade il limite per la presentazione degli elaborati. La proclamazione del vincitore è fissata per il 31 ottobre di quest'anno.

Info e documenti di gara a questo link


© RIPRODUZIONE RISERVATA