Lavori Pubblici

In vigore dal 20 aprile il testo unico sulla Trasparenza

Mauro Salerno

È entrato in vigore il 20 aprile i decreto sulla trasparenza delle pubbliche amministrazioni. Da questo momento tutte le amministrazioni devono dotarsi di una sezione ad hoc nell'home page del proprio sito istituzionale in cui rendere disponibili ai cittadini un ampio ventaglio di informazioni, inclusi dati sull'attività in campo edilizio e urbanistico.

Tra le novità che si intrecciano con la cronaca economica di questi giorni anche l'obbligo di pubblicare on line i tempi medi con i quali si garantiscono i pagamenti ai fornitori. Le nuove norme rappresentato uno strumento utile in vista dei nuovi limiti che dovranno essere rispettati dopo il recepimento delle disposizioni europee, e consentirà di misurare anche la capacità di spesa delle amministrazioni.

Con le nuove norme sulla trasparenza si accendono i fari su temi e costi di realizzazione delle opere pubbliche. I dati raccolti dagli enti dovranno poi essere inviati all'Autorità che dovrà raccoglierli e a sua volta renderli disponibili tramite il suo sito web. Operazione trasparenza anche per gli appalti affidati a trattativa privata senza bando. In questo caso il decreto impone la pubblicazione della delibera a contrarre. Più partecipazione in anche sul fronte dello sviluppo urbano con l'obbligo dei rendere trasparenti i casi di trasformazione privata che comportano la concessione di premialità sottoforma di bonus volumetrici o cessione di aree.

Il testo della norma con l'analisi di tutte le novità curata dai nostri esperti nel fascicolo on line. (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA