Lavori Pubblici

Ance a Tajani: «Bene intervento Bruxelles, ora l'Italia paghi tutti i debiti»

Si è svolto questa mattina a Roma un incontro tra il vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani e il Presidente dell'Ance Paolo Buzzetti. Al centro del colloquio il decreto pagamenti e il recepimento delle Direttiva Ue sui ritardati pagamenti di cui Buzzetti, su incarico dello stesso Tajani, dovrà relazionare l'anno prossimo in qualità di rapporteur.
Il Presidente Buzzetti ringraziando Tajani per l'impegno a sostegno delle imprese edili, in prima linea da oltre un anno nella battaglia per il pagamento dei debiti della Pa, ha illustrato la posizione dell'Ance che chiede di modificare l'attuale normativa all'esame del Parlamento che attualmente non prevede alcun pagamento in conto capitale per il 2014. " Si tratta di una norma ingiusta e che di fatto impedirà alle amministrazioni di pagare tutti i debiti con le imprese di costruzione andando a confliggere anche con l'indicazione della Commissione Ue come sottolineato più volte dal Vicepresidente Tajani".
Una posizione che l'Ance ha espresso con forza anche nell' audizione presso la commissione speciale di Camera e Senato giovedì scorso e che è oggetto degli incontri che l'Ance sta tenendo in queste settimane con i partiti politici (mercoledì con il Pdl, questa sera alle 19.30 con il Pd).
Nell'incontro Buzzetti ha riferito anche sull'intensa attività di monitoraggio che l'Ance sta mettendo in campo per testare l'attuazione della Direttiva Ue e ha annunciato per il 15 maggio la presentazione della campagna Ance per la segnalazione dei ritardati nei pagamenti, che grazie alle nuove norme potranno essere oggetto di gravi sanzioni in sede europea.


© RIPRODUZIONE RISERVATA