Lavori Pubblici

Al traguardo le Stp: più facile ricorrere al credito, ma troppi vincoli

Giuseppe Latour

Il decreto con le regole per formare le nuove società vicino al via libera finale: l'analisi degli aspetti più innovativi e dei punti ancora da chiarire

Benefici nella disponibilità di credito, sicuramente. Qualche vantaggio fiscale, probabilmente. E, per il resto, un complesso di regole con molti punti da chiarire e diversi appesantimenti di troppo. Dice questo l'analisi del regolamento sulle società tra professionisti in attesa del "via libera" definitivo. Il pacchetto di novità, alla prova del confronto con la vecchia forma dello studio associato, ha il grande merito di facilitare i rapporti con le banche. Ma lascia sul campo diversi dubbi.

A partire dalla costituzione. Con le Stp, si realizza una società, di persone o di capitali. E questo porta una serie inevitabile di formalità: redazione di uno statuto, iscrizione nel registro delle imprese e presso l'ordine a cui fa capo l'attività prevalente. Migliora il regime fiscale rispetto al vecchio studio. I confini di questo mutamento, però, sono tutti da scoprire. Sul punto si dovrà pronunciare il ministero dell'Economia. Probabile che, alla fine, decida di assoggettare la Stp al regime fiscale del modello societario prescelto.

Luci e ombre quando si parla di denaro. Le luci vengono dai rapporti con le banche, che sembrano più inclini a finanziare società di capitali che singoli professionisti. .'ombra è costituita dai grandi limiti all'ingresso di soci investitori. Questi, di fatto, saranno sottoposti a tre ordini di vincoli. Dovranno rispettare alcuni requisiti di onorabilità molto stringenti; poi, non potranno avere una quota superiore a un terzo del capitale sociale; e, infine, non potranno essere soci di più compagini contemporaneamente. Lacci che rischiano di scoraggiare qualcuno.

Clicca sui titoli in basso per approfondire. CON LE STP CREDITO PIU' FACILE, REBUS TASSE

IL CONFRONTO CON LE SOCIETA' DI INGEGNERIA

INTERVISTA/1 - FREYRIE (ARCHITETTI): ORA GLI STUDI POTRANNO CRESCERE

INTERVISTA/2 - IPERTI (OICE): PASSO INDIETRO, SI FRENA LA COMPETIZIONE



© RIPRODUZIONE RISERVATA