Lavori Pubblici

Testo unico sicurezza, on line la raccolta aggiornata di testi

Giuseppe Latour

Il Ministero del Lavoro aggiorna il suo "Dossier" di norme e documenti in materia. Tra le novità le procedure standardizzate di valutazione e le verifiche periodiche sulle attrezzature

Il ministero del Lavoro ha messo in rete la versione aggiornata del suo dossier sul Testo unico sicurezza , il decreto legislativo n. 81 del 9 aprile 2008 (il testo unico aggiornato e annotato, i decreti ministeriali attuativi, le circolari). Ed è l'occasione per fare il punto sulle molte novità che sono intervenute durante tutta la vita del governo Monti. Sia modificando il testo, come nel caso della valutazione dei rischi, sia dando attuazione a regole già fissate che aspettavano solo la loro definizione di dettaglio, come nel caso delle verifiche periodiche sulle attrezzature da lavoro. Il lavoro viene completato da un'ampia sezione dedicata all'interpretazione delle norme, con la raccolta di circolari e risposte a interpelli licenziati dal ministero negli ultimi dodici mesi.

Andando nel dettaglio, nel pacchetto di novità normative rientra il decreto interministeriale del 30 novembre 2012 sulle procedure standardizzate di valutazione dei rischi, che attua l'articolo 29 comma 5 del Testo unico. Seguendo queste regole, dal prossimo primo febbraio le imprese con meno di dieci dipendenti potranno compilare un Dvr semplificato, anziché produrre un documento articolato e con le stesse caratteristiche di una grande azienda. Proprio l'articolo 29 comma 5, poi, si presenta in versione riveduta e corretta ad opera della legge di stabilità, che ha semplificato ulteriormente i relativi adempimenti.

Consistente il pacchetto di cambiamenti che riguarda le verifiche periodiche sulle attrezzature da lavoro, di grande interesse soprattutto per il mondo del noleggio. Nel dossier, tra le altre cose, si trova il decreto dirigenziale del 19 dicembre 2012, che interessa i. E il decreto dirigenziale del 23 novembre 2012, con il quale sono state determinate in maniera tassativa le tariffe per l'attività di verifica periodica delle attrezzature da lavoro.
Sono state raccolte, poi, alcune circolari di argomento più tecnico. Come la n. 30 del 2012 del ministero, che affronta la questione dei requisiti di sicurezza dei "bracci gru" e la n. 31 del 2012, che si occupa dei carrelli semoventi a braccio telescopico. O il manuale operativo per la riduzione del rumore e la guida per la valutazione e gestione del rischio chimico.
Infine, è stata inaugurata una sezione specifica dedicata agli interpelli, nella quale sono presenti diverse pronunce adottate dal dicastero in risposta a istanze di soggetti legati all'edilizia, come l'Ance, il Consiglio nazionale di ingegneri e architetti e i sindacati di categoria. Tra queste, la n. 5 del 2012 sullo stress lavoro correlato e la n. 7 del 2012 sulla valutazione dei rischi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA