Lavori Pubblici

Offerte, spetta al responsabile del procedimento valutare le anomalie: approfondisci nel fascicolo on line

a cura di Mauro Salerno, con commenti di Paola Conio, Luca Leone e Roberto Mangani

Con due importanti sentenze, di cui una in Adunanza Plenaria, Palazzo Spada chiarisce due aspetti decisivi del procedimento di valutazione delle proposte presentate dalle imprese in gara. I testi delle due sentenze, insieme alle principali posizioni assunte sul tema dall'Autorità di vigilanza, accompagnati dai commenti dei nostri esperti

La verifica della congruità dell'offerta spetta al responsabile del procedimento, anche nell'ipotesi in cui il criterio di aggiudicazione utilizzato sia quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa, che prevede la presenza di una commissione aggiudicatrice. È l'indicazione fornita dal Consiglio di Stato con la sentenza n. 36/2012 emanata in Adunanza plenaria lo scorso 29 novembre. Si tratta di un principio particolarmente importante che definisce peraltro un aspetto che in passato aveva ottenuto risposte contrastanti in giurisprudenza.

Non si tratta, inoltre, dell'unico chiarimento fornito da Palazzo Spada in questi giorni sul tema delle offerte anomale. Con la sentenza numero 5846/2012 i giudici amministrativi hanno infatti precisato che l'articolazione del procedimento di verifica delle offerte deve sempre rispettare la struttura suddivisa in tre fasi, che si snoda in richiesta di giustificazioni, richiesta di precisazioni, convocazione per contraddittorio orale. Saltare uno solo di questi passaggi ha come conseguenza il giudizio di illegittimità del comportamento della stazione appaltante.

Insieme alle due sentenze di Palazzo Spada con questo fascicolo on line Edilizia e Territorio ripercorre anche i principali chiarimenti forniti dall'Autorità di Vigilanza sul tema della valutazione delle offerte anomale. Per accedere ai testi e ai commenti - riservati agli abbonati - è sufficiente cliccare sui link riportati in basso.

SPETTA AL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO VERIFICARE L'ANOMALIA DELLE OFFERTE (di Roberto Mangani )

LA SENTENZA DELL'ADUNANZA PLENARIA DEL CONSIGLIO DI STATO N. 36/2012
TRE FASI PER VERIFICARE L'ANOMALIA: LA PA NON NE PUO' SALTARE NESSUNA (di Roberto Mangani )

IL TESTO DELLA SENTENZA N.5846/2012
NIENTE ESCLUSIONI SENZA CONTRADDITTORIO: TUTTE LE PRECISAZIONI DELL'AUTORITA' (di Luca Leone e Paola Conio)

SCARICA LE DETERMINAZIONI: N. 6/2009 E N. 4/2012 (BANDO-TIPO)

LE DELIBERE: 156/2007 , 199/2007

I PARERI: N. 30/2008 , 121/2008 , 169/2008 , 105/2009 , 213/2008 , 56/2009



© RIPRODUZIONE RISERVATA