Lavori Pubblici

Ance: Misure più incisive per rilanciare le costruzioni

Il decreto legge su sviluppo e crescita è importante «per avviare una nuova fase di sviluppo» ma «dovrebbe contenere misure più incisive in grado di dare un sostegno concreto e immediato al settore delle costruzioni». Lo rileva l'Ance nel documento presentato in commissione Industria del Senato nel corso di una audizione sul provvedimento. Fra le priorità di intervento riportate nel documento la questione dei ritardati pagamenti della Pa per i quali si deve «agire con la massima urgenza», il Patto di stabilità interno, il varo di un vero e proprio «pacchetto crescita» per il settore dei lavori pubblici e un «intervento urgente finalizzato a riattivare il circuito finanziario per l'accesso delle famiglie al bene casa». Infine è «ormai indispensabile un intervento per abbattere il costo del lavoro in edilizia». Sotto il profilo fiscale, l'Ance giudica «positive» le disposizioni del decreto legge «che introducono un credito d'imposta per la realizzazione di nuove infrastrutture» anche se suscita «perplessità l'aver fissato un limite minimo di 500 milioni di euro di valore
dell'opera».


© RIPRODUZIONE RISERVATA