Lavori Pubblici

Dal fisco ai contributi ecco quando negli appalti scatta la «solidarietà»

a cura di Mauro Salerno con commenti di Paola Conio e Luca Leone, Stefano Setti

L'ultima novità riguarda l'intervento dell'Agenzia delle Entrate sull'esclusione delle forniture dall'ambito di applicazione della rersponsabilità slidale negli appalti, con la circolare numero 2/E del primo marzo. Prima erano arribvati i chiarimenti sulla possibilità di autocertificare la regolarità della propria posizione nei confronti dell'erario. In generale, il principio della responsabilità solidale negli appalti ha avuto molti rimaneggiamenti negli ultimi mesi. A conferma che si tratta di una materia molto delicata, che proprio nelle ultime settimane ha messo a rischio la continuità del lavoro in molti cantieri, bloccati da committenti incerti sulle norme da applicare.

Con questo fascicolo on line «Edilizia e Territorio» prova a dare una bussola a stazioni appaltanti e imprese chiarendo i confini di applicazione della responsabilità solidale tra appaltatore e subappaltatore nei confronti dell'erario e il ruolo del committente. Negli approfondimenti messi a punto dai nostri esperti si parte dalla messa a fuoco dei principali contenuti della norma, spiegando anche l'ambito applicativo, la posizione del committente e dell'appaltatore.

Un approfondimento specifico è dedicato ad analizzare nel dettaglio i contenuti della circolare 40/E dell'Agenzia delle Entrate. Il provvedimento ha chiarito che l'appaltatore può documentare l'avvenuto versamento dei pagamenti con un'autodichiarazione che deve essere prodotta per i pagamenti effettuati dall'11 ottobre 2012, in riferimento ai contratti posti in essere dal 12 agosto.

Un'altra analisi è dedicata agli aspetti di responsabilità solidale prevista dalla legge Biagi in merito ai crediti vantati dai lavoratori e dagli enti previdenziali.

Per accedere ai contenuti (riservati agli abbonati) basta cliccare sui titoli riportati in basso.FORNITURE ESCLUSE DALLA RESPONSABILITA' SOLIDALE: I CHIARIMENTI DELLE ENTRATE (di Stefano Setti)

IL TESTO DELLA CIRCOLARE 2/E DEL 1° MARZO 2013



IL VADEMECUM REALIZZATO DALL'ANCE


© RIPRODUZIONE RISERVATA