Lavori Pubblici

Clini: Nel silenzio-rifiuto non c'è nessun condono

In merito alle interpretazioni che sono state date su una norma del Ddl semplificazioni, quella sull'abolizione del silenzio-rifiuto dell'amministrazione in materia edilizia, il ministro dell'ambiente Corrado Clini ha dichiarato: «In quella norma non c'è nessun condono, nessuno sconto, nessun attacco all'ambiente, nessuna porta aperta alla speculazione sui territori protetti e di pregio. Il governo ha confermato un principio del diritto e ha risolto una distorsione.
Perché un cittadino che fa una domanda a un'amministrazione pubblica ha il diritto di avere una risposta, positiva o negativa che sia. Se si chiede un intervento vietato dalle norme vigenti quella domanda non va ignorata o messa in un cassetto, ma va rifiutata esplicitamente ed in tempi ragionevolmente brevi. Il silenzio-rifiuto al contrario de-responsabilizza l'amministrazione pubblica e consente di non rispondere alle domande dei cittadini. E l'inerzia delle amministrazioni è stata troppo spesso un alibi per l'abusivismo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA