Lavori Pubblici

Vicari (Pdl) a Profumo: tutelare il ruolo dei geometri

«Tutelare la professionalità e il ruolo dei geometri». È quanto chiede la senatrice del Pdl Simona Vicari in un'interrogazione inviata al ministro dell'Istruzione Profumo. Sotto accusa per la parlamentare del Pdl «l'atteggiamento di negazione emerso da parte di Ordini professionali, organi consultivi e giurisdizionali, della competenza dei geometri nelle materie e nelle attività ad esse sottoposte in sede di esame di abilitazione in attuazione della legge». Una situazione giudicata non sostenibile ed inaccettabile in quanto «il ministero ha provveduto annualmente ad individuare la casistica applicativa di competenza dei geometri sottoposta agli aspiranti geometri in sede di esame di abilitazione, la cui competenza pratica è stata valutata dalle commissioni di valutazione all'uopo nominati».

Inoltre, prosegue la parlamentare, «a partire dal 1986 il ministero dell'Istruzione al fine di valutare la competenza preliminare all'esercizio della professione, ha sottoposto agli aspiranti geometri delle prove scritto-grafiche aventi ad oggetto la redazione di progetti rientranti tra le costruzioni e le materie di competenza degli stessi».

Da qui la richiesta della senatrice Vicari affinchè il ministro Profumo agisca per «affermare il valore abilitativo dell'esame di Stato ed evitare la condizione di incertezza determinata da comportamenti fondati su erronee interpretazioni di quanto indicato da questo ministero nella individuazione delle materie di competenza dei geometri, oggetto dei programmi di esame».


© RIPRODUZIONE RISERVATA