Lavori Pubblici

Micro-imprese, autovalutazione dei rischi fino al 31 dicembre 2012

G.La.

Supera il passaggio alla Camera il disegno di legge di conversione del Dl 57/2012. Le imprese con meno di 10 dipendenti potranno autocertificare la valutazione dei rischi fino a fine anno

Fa il suo primo passo la legge di conversione del decreto in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro per le microimprese (Dl n. 57/2012). Con l'approvazione di ieri alla Camera, il testo approda al Senato e conferma una novità decisiva per le piccole aziende: la valutazione dei rischi potrà essere effettuata mediante autocertificazione fino al prossimo 31 dicembre, se si hanno meno di dieci dipendenti.

La norma, come approvata dalla Camera, rivede le disposizioni del decreto legislativo n. 81/2008, il cosiddetto testo unico sulla sicurezza. E lo fa agendo sul punto che fissava il 30 giugno come termine ultimo perché le microimprese potessero autocertificare la valutazione dei rischi. Una scadenza molto pesante per le aziende meno strutturate, perché oltre quella data queste avrebbero dovuto adottare la procedura ordinaria per la valutazione dei rischi. Utilizzando le procedure standardizzate elaborate dalla commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il decreto salva le imprese sotto i dieci dipendenti ancora per qualche mese, in attesa che per le aziende meno strutturate si trovi una soluzione di facile praticabilità. E stabilisce che queste potranno effettuare l'autocertificazione fino alla scadenza del terzo mese successivo alla data di entrata in vigore del decreto interministeriale sulla valutazione dei rischi e "comunque non oltre il 31 dicembre 2012". Insomma, ci sono ancora sei mesi di tempo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA