Lavori Pubblici

Angaisa: approvare subito le misure per il rilancio dell'edilizia

Prende a prestito il grido di allarme pubblicato prima pagina del Sole 24 Ore nei giorni più gravi della crisi economica («Fate presto») l'Angaisa, associazione nazionale dei rivenditori di materiali idro-termo-sanitari per l'edilizia. Il riferimento questa volta riguarda l'approvazione delle nuove misure contenute nella bozza di decreto Infrastrutture «che il Governo si accingerebbe ad introdurre per rivitalizzare il settore delle costruzioni» .

Secondo le stime di Angaisa, il solo passaggio della detrazione fiscale dal 36% al 50% creerebbe come effetti positivi la crescita delle ristrutturazioni, legata alla maggiore aliquota, pari ad almeno il 12 %; una ulteriore crescita delle ristrutturazioni, in funzione del maggiore tetto di spesa agevolabile, pari a circa il 6 %; una indubbia spinta al recupero dell'evasione, stimata intorno al 15/18%, per l'effetto combinato delle due spinte positive.

Per quanto riguarda la detrazione fiscale del 55% sugli interventi finalizzati al risparmio energetico, Angaisa chiede che anch'essa possa divenire strutturale (e quindi non più soggetta a scadenza) come già avvenuto per l'attuale detrazione del 36%, attraverso una opportuna modifica del Testo Unico delle Imposte sui Redditi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA