Lavori Pubblici

Pecorella: «Protocollo legalità è modello nazionale contro criminalità»

Il presidente della Commissione bicamerale d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti Gaetano Pecorella, ritiene che il protocollo per la legalità elaborato in funzione di Expo 2015 possa diventare uno «strumento di carattere nazionale» per la lotta alla criminalità organizzata.
Pecorella, che stamani in Prefettura a Milano ha fatto il punto dopo le audizioni con magistrati, investigatori e tecnici lombardi sulla situazione del trattamento dei rifiuti in Lombardia, ha spiegato che «grazie all'iniziativa del Prefetto e anche del Comune di Milano è stato stilato un protocollo di legalità che ha al suo interno un sistema di regole molto importante per evitare che soprattutto in sede di subappalto si possa infiltrare la criminalità organizzata».
«Il protocollo - ha spiegato Pecorella - prevede persino che se le società fanno scelte sbagliate, concedendo l'appalto a società legate alla criminalità organizzata, ci sia la possibilità della revoca dell'appalto stesso, che è un fatto estremamente grave per l'azienda». «Probabilmente - ha concluso - se diventasse norma di carattere nazionale sarebbe un altro strumento per la lotta alla criminalità organizzata».


© RIPRODUZIONE RISERVATA