Innovazione e Prodotti

Iran, gli architetti di Nextoffice sviluppano il sistema costruttivo rotante

Mila Fiordalisi

Facciata semi-movibile per un immobile a uso residenziale su tre livelli realizzato a Teheran

Un sistema costruttivo "rotante". In grado di trasformare gli edifici dalla modalità "facciata unica" a quella "tridimensionale". Il tutto al tocco di un pulsante. È questa la novità made in Iran sperimentata sul campo dagli architetti di Nextoffice nel progetto della Sharifi House, immobile ad uso residenziale su tre livelli realizzato a Teheran. I progettisti iraniani hanno ideato un sistema di facciata semi-movibile.

Con un semplice telecomando le unità del pian terreno e degli altri due livelli dell'edificio ruotano di 90 gradi verso l'esterno protundendosi sulla facciata in posizione differente, ossia sfalsata a "gradino", con un doppio risultato: da un lato si acquista cubatura all'interno dell'edificio (derivante dallo spazio lasciato libero dalle unità rotanti) e dall'altro si ottiene un'area per metà terrazzata o balconata ideale nella stagione più calda, ma anche quando si necessita una maggiore immissione della luce naturale all'interno dell'edificio.

Di fatto la struttura si può "riconfigurare" di volta in volta in base alle esigenze. "L'edificio si compone di quattro parti fondamentali – spiegano dallo studio di architettura iraniano -: la struttura esterna che fa da scocca, la parte interna vuota, gli spazi fissi e quelli mobili. Quando le scatole rotanti sono chiuse l'edificio cattura la luce attraverso la spazio centrale open space connesso da due volumi differenti a loro volta collegati da passerelle sospese". L'abitazione si adatta alle esigenze funzionali di spazio oltre che a quelle meteorologiche: in caso di ospiti ad esempio è possibile sfruttare al massimo lo spazio interno facendo ruotare le strutture mobili.


© RIPRODUZIONE RISERVATA