Innovazione e Prodotti

Strutture, arriva il giunto in acciaio ultra-resistente firmato Arup

Mila Fiordalisi

La società di engineering ha applicato la tecnologia della stampa in 3D per ideare uno speciale giunto ad alta resistenza per tensostrutture

Giunti in acciaio da utilizzare per la realizzazione di tensostrutture ultra-resistenti. Questa la nuova mission di Arup che ha deciso di "convertirsi" alla stampa 3D per sperimentarne le potenzialità ma soprattutto per realizzare "pezzi" su misura a costi contenuti.

La società di engineering ha annunciato nei giorni scorsi di aver sviluppato in casa un nuovo "metodo" di stampa che consente per l'appunto di ottenere elementi strutturali più efficienti e dal design sofisticato. Numerosi i "pezzi" già stampati sotto forma di prototipi, ciascuno da 12 cm di altezza (la metà rispetto a un "normale" giunto utilizzato per le tensostrutture) e già testati in laboratorio per verificarne resistenza e solidità. E l'azienda prevede di metterli in produzione per progetti su larga scala già entro un anno. «Abbiamo deciso di spingere in direzione del 3D printing perché crediamo che possa apportare concreti benefici al settore delle costruzioni», sottolinea Salomé Galjaard, senior designer e project leader di Arup. Per la messa a punto dei primi prototipi Arup si è affidata agli specialisti di Cdrm, società britannica specializzata in stampa 3D (acquisita lo scorso anno dal "gigante" 3D System), e a un team di professionisti della engineering software company WithinLab e agli sviluppatori di Eos.

L'acciaio utilizzato da Arup per la realizzazione della nuova generazione di giunti è quattro volte più resistente rispetto a quelli comunemente utilizzati sul mercato, di qui la necessità di una stampante "speciale". E la scelta è caduta sulla soluzione di Cdrm, in grado di "lavorare" il materiale.

Guarda la fotogallery (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA