Innovazione e Prodotti

Design e innovazione per le torri Solaria e Aria inaugurate a Milano

Mila Fiordalisi

Taglio del nastro, nel nuovo quartiere di Porta Nuova-Varesine a Milano, per le torri Solaria e Aria a firma degli architetti Bernardo Fort-Brescia e Laurinda Spear dello studio Arquitectonica di Miami. I due grattacieli che svettano nello skyline della città ospitando residenze ma anche ampie aree commerciali nonché palestre, piscine e aree comuni, sono un concentrato di design e innovazione tecnologica e sono già annoverate fra le best practice internazionali della progettazione ecosostenibile (entrambi hanno ottenuto la certificazione Leed).

In dettaglio, la torre Solaria si erge per 34 piani raggiungendo i 143 metri di altezza: l'edificio è costituito da tre ali separate unite in un nucleo centrale attraverso cui la luce naturale si irradia in tutto il grattacielo fino al piano terra. Il grattacielo ospita un 100 appartamenti da da 70 a 260 mq fino a quelli "super-luxury" da 650 mq localizzate nella parte più alta e disposte su più livelli, circondate da giardini pensili e predisposte per ospitare piscine.

La torre Aria, da 17 piani, si compone invece di due strutture indipendenti e conta 42 residenze, anche in questo caso di diversa grandezza. Tutte le residenze sono dotate di terrazzini da tre metri di profondità dalla disposizione sfalsata a mò di giardini pensili e i parapetti sono stati tutti realizzati in vetro opalino con trasparenza progressiva per garantire la vista spettacolare sulla città. Collegati a Piazza della Repubblica da un percorso pedonale, Solaria e Aria affacciano a nord sul parco dei Giardini di Porta Nuova e a sud su un parco da 4mila metri quadrati.

È sul massimo sfruttamento della luce naturale che i progettisti hanno puntato per il contenimento dei consumi energetici oltre che per garantire agli ospiti il massimo comfort abitativo. Inoltre sono stati messi in campo sofisticati sistemi per il building management nonché per la sicurezza (impianti di videosorveglianza in grado di "leggere" le targhe delle auto in ingresso nell'area parcheggio riservata e di controllo accessi sono operativi 24 ore su 24).


© RIPRODUZIONE RISERVATA