Innovazione e Prodotti

Nel Triveneto il 20% della produzione 2013 di conglomerato bituminoso

Al. Le.

E' pronta ad aprire i battenti Asphaltica, il Salone europeo dedicato all'intera filiera dell'asfalto, in programma a Verona dall'8 all'11 maggio. La manifestazione, promossa dal Siteb (Associazione Italiana Bitume Asfalto Strade), costituisce un unicum nel suo genere in quanto raccoglie tutti gli attori del settore del bitume e dell'asfalto. Nonostante la perdurante crisi, il comparto ha risposto compatto e parteciperà numeroso alla manifestazione.

Asphaltica entra a far parte da quest'anno del Salone internazionale triennale delle macchine movimento terra, da cantiere e per l'edilizia. Sono 445 gli espositori presenti a Verona, di cui 106 stranieri da 27 Paesi. Forti investimenti sull'incoming di buyer, con missioni commerciali da 40 nazioni. Dall'inaugurazione, il sottosegretario Degani: «In aiuto al settore serve sbloccare il patto di stabilità per finanziare interventi sugli edifici pubblici e di prevenzione del rischio idrogeologico».

BITUME
Particolare enfasi verrà posta sulla durabilità delle strade, che presenta forti implicazioni economiche e ambientali, con la messa a punto di nuovi materiali, membrane, additivi e tecnologie innovative. I cambiamenti climatici e l'aumento dei flussi di traffico spingono verso queste scelte. Verrà, inoltre, presentato anche il progetto Europeo Durab Road, basato, fra l'altro, sulle nanotecnologie.
L'ambiente farà la parte del leone fin dall'apertura della manifestazione, con l'illustrazione dell'ambizioso "Progetto Siteb - Legambiente sulla Strada Green".

In questo settore le nuove tecnologie vengono considerate in un contesto più ampio e alto, con interazioni interdisciplinari; l'obiettivo è sviluppare soluzioni capaci di migliorare l'ambiente e la qualità della vita sulle strade e, in generale, negli spazi aperti del territorio urbanizzato, anche con l'intento di produrre un cambiamento nell'approccio qualitativo delle Pubbliche Amministrazioni.

Nel 2013 la produzione di conglomerato bituminoso (comunemente noto come asfalto) nel Triveneto (Veneto – Friuli Venezia Giulia – Trentino Alto Adige) ha raggiunto le circa 3,8 – 4 milioni di tonnellate, quasi il 18% della produzione nazionale stimata intorno ai 22,3 milioni di tonnellate.
In particolare, secondo i dati forniti dal Siteb la produzione del Trentino Alto Adige si aggira intorno agli 800 - 900.000 tonnellate, mentre la restante parte è stata prodotta in Veneto e Friuli Venezia Giulia.
Rispetto a qualche anno fa, la produzione di conglomerato bituminoso nel Trivento è ancora fortemente in calo (35-40% in meno rispetto al 2008) e solo una parte dei 75 impianti ufficialmente esistenti è attualmente in attività, ma una serie di lavori e opere pubbliche che sono partiti o saranno appaltati a breve, induce a sperare in una inversione di tendenza almeno nel medio termine.


© RIPRODUZIONE RISERVATA