Innovazione e Prodotti

Prestazioni dei prodotti edili, Bruxelles prescrive la pubblicazione on line delle dichiarazioni

Pierluigi Boda

Le nuove regole coinvolgono oltre 40 categorie di prodotti per l'edilizia, tra cui porte, prodotti per l'isolamento termico, cemento, prodotti per coperture e mattoni

La Commissione Europea ha proposto di modificare il regolamento per la commercializzazione dei prodotti da Costruzioni (CPR 305/2011) entrato in vigore lo scorso luglio, per dare alle aziende produttrici e distributrici di prodotti per l'edilizia la possibilità di rendere disponibili on line le dichiarazioni di prestazione (DoP), invece di essere vincolate all'obbligo di invio diretto all'acquirente per posta tradizionale o elettronica.

L'esecutivo è intervenuto con una proposta di regolamento delegato, presentata il 30 ottobre, che rientra in una serie di misure volte a razionalizzare e semplificare le procedure amministrative nel settore dell'edilizia.

Dal primo luglio 2013 la dichiarazione di conformità dei prodotti da costruzione è stata sostituita dalla dichiarazione di prestazione, che ha l'obiettivo di attestare, appunto, non la semplice conformità di un prodotto a determinate specifiche tecniche ma le prestazioni offerte, ad esempio, in relazione alla resistenza al fuoco, alla resistenza meccanica o all'efficienza energetica. In questo modo la Commissione intende favorire anche una trasparente assunzione di responsabilità da parte dei produttori rispetto alle prestazioni dichiarate.

Per snellire le procedure e facilitare l'accesso alle informazioni da parte dei consumatori, quando la norma verrà adottata in via definitiva, le dichiarazioni potranno essere inserite sui siti web dei produttori. Questo dovrebbe consentire di risparmiare tempo e risorse, migliorando l'efficienza delle procedure di fornitura e il rapporto di fiducia con gli acquirenti, che siano professionisti del settore o privati. Le nuove regole coinvolgono oltre 40 categorie di prodotti per l'edilizia, tra cui porte, prodotti per l'isolamento termico, cemento, prodotti per coperture e mattoni.

Le associazioni del settore, a partire dalla European Builders Confederation (EBC), hanno accolto con favore l'iniziativa sottolineando, però, il ritardo con cui si è mossa la Commissione rispetto all'effettiva evoluzione del mercato, che nella maggior parte dei casi vede le aziende inserire sul proprio sito web la documentazione relativa alle performance dei prodotti. La proposta, in questo senso, fornisce un quadro legislativo chiaro per regolare una serie di pratiche già utilizzate dagli operatori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA