Innovazione e Prodotti

A Parigi il primo edificio al mondo con certificazione Breeam In-Use a sei stelle

Mila Fiordalisi

È localizzato nei pressi di Parigi il primo edificio al mondo ad essersi aggiudicato la certificazione Breeam In-Use con giudizio "Outstanding" (sei stelle), la classe più alta. Le Hive, questo il nome della struttura da 35mila mq su sette livelli, "riconvertita" in chiave di efficienza energetica e rispetto ambientale, ospita dal 2008 la sede centrale di Schneider Electric dove lavorano circa 1.850 dipendenti.
Le soluzioni messe in capo a Le Hive – dai pannelli solari a un sistema di recupero e riciclo dei rifiuti, da un impianto "intelligente" di riscaldamento/raffrescamento ad un efficiente sistema di ventilazione - accompagnate con attività di monitoraggio costante, attraverso innovativi sistemi di building automation, e attività di formazione del personale, hanno consentito di dimezzare i consumi energetici, da 150 kwH/mq a 78 kwH/mq.

"Le nostre soluzioni riguardano l'area dell'efficienza energetica attiva: è possibile ottenere grandi risparmi negli edifici già esistenti con la digitalizzazione, con l'innovazione dei sistemi di monitoraggio e di management" sottolinea Bertrand Guarinos, Energy and Environment Manager presso la sede centrale di Schneider Electric. Inoltre il 100% dei rifiuti prodotto a Le Hive viene riciclato e recuperato quotidianamente per produrre energia. "Breeam In-Use – continua il manager - ha riconosciuto il nostro continuo impegno per fare di Le Hive un esempio che mostri a tutti i risultati che si possono ottenere, ed un laboratorio "in vivo" dove testare le nostre soluzioni innovative.

A oggi sono oltre 200mila gli edifici certificati dal lancio del protocollo Breeam (Building Research Estabilishment-Environmental Assessment Method) nel 1990, su circa un milione sottoposti a valutazione. In dettaglio, la versione Breeam in-Use, attivata nel 2009 e dedicata agli edifici non residenziali esistenti, è un protocollo di valutazione e certificazione pensato per aiutare i proprietari di immobili, i facility manager, i responsabili degli investimenti e coloro che occupano gli edifici a misurare e ridurre l'impatto ambientale attraverso una migliore gestione dei consumi energetici e quindi a ottenere benefici anche in bolletta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA