vedi archivio news »
Accedi a My
01-03-2013 -

in edicola

Certificazione energetica, una guida con il Sole 24 Ore

Il certificato energetico è diventato ormai un documento obbligatorio per chiunque voglia vendere la propria casa o ottenere i benefici fiscali per i lavori legati al risparmio energetico o i contributi del conto termico.

Dal 28 dicembre è venuta meno anche l'ultima possibilità per il venditore dell'immobile di evitare il certificato, autocertificando la classificazione del bene nella classe più bassa la G.
Ma la diagnosi energetica si sta anche lentamente affermando come strumento di orientamento del mercato immobiliare, perché offre agli acquirenti e ai locatari un elemento in più di valutazione dell'immobile.

Inoltre a breve saranno in vigore i requisiti per i certificatori: è infatti appena stato approvato il decreto che fissa i titoli di studio e la formazione necessaria per accedere a questa nuova professione.

Sul Sole 24 ore in edicola il 4 marzo una guida su novità, procedure, normativa

Commenta la notizia

Dossier on line

SEMPLIFICAZIONE EDILIZIA
I nuovi moduli unici per i lavori: cosa cambia e come utilizzarli

Sono quattro, finora, i moduli nazionali unici per l'attività edilizia privata che sono in fase di adozione da parte di Regioni e Comuni: Scia, Cil, Cila e Permesso di costruire. A questi si da poco aggiunto il modulo per chiedere l'autorizzazione unica ambientale (Aua). Nel Dossier mensile di febbraio, dedicato alla Semplificazione edilizia, gli elementi di novità e gli aspetti critici di questa riforma della modulistica, spiegati dagli esperti. I testi integrali dei cinque schemi unici, le prossime tappe della semplificazione, le modalità di compilazione e presentazione agli sportelli unici comunali dell'edilizia (Sue) e delle attività produttive (Suap)

Vedi tutti i Dossier Acquista il Dossier Accesso Abbonati

Altri dossier

Progetti e Concorsi

Concorso di idee per la nuova piazza di Avigliana in Piemonte: il bando

L'iniziativa si avvale del contributo dell'ordine degli architetti di Torino, che - anche quest'anno - ha messo in palio 20mila euro per la promozione dei concorsi

Social Housing

L'idea del Piemonte: autorecupero per assegnare gli alloggi popolari inagibili

Sono 800 gli appartamenti di Regione e comuni che potrebbero essere assegnati previo lavori di adeguamento eseguiti dagli stessi inquilini a scomputo dell'affitto