Innovazione e Prodotti

Arriva C3, il primo sistema di tracciabilità

Assicurare che il calcestruzzo sia prodotto a regola d'arte secondo i disciplinari e le norme tecniche, con la certezza di sottrarlo a qualsiasi tentativo di contraffazione, per costruire edifici e infrastrutture in grado di «restare in piedi», nel tempo, in un Paese come il nostro, a elevato
rischio sismico e idrogeologico. Da oggi e' possibile. Il sistema di monitoraggio, brevettato da Colabeton (Gruppo Colacem), si chiama C3 (Concrete Cube Certainty) ed e' in grado di garantire la trasparenza dei controlli del calcestruzzo, fornendo al direttore dei lavori specifiche informazioni che gli consentano di ricostruire il percorso che il materiale compie dal cantiere (dove e' avvenuto il campionamento), al laboratorio ufficiale dove avverra' il test di compressione. Il primo sistema di tracciabilita' del calcestruzzo e' stato presentato nei giorni scorsi a Firenze.
C3 utilizza un sistema software e hardware composto da palmari georeferenziati e da un'applicazione web, con particolari misure per garantire la sicurezza e la riservatezza delle informazioni: palmari chiusi e certificati, comunicazioni web crittografate, notifiche inviate tramite posta elettronica certificata ed archivi inaccessibili a chiunque, tranne che al direttore dei lavori, grazie alle sue credenziali certificate. Il direttore dei lavori avrà così la certezza del confezionamento del provino nel cantiere dove viene scaricato il calcestruzzo, la certezza che il provino sia portato presso il laboratorio ufficiale individuato e sottoposto a prova di compressione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA