Innovazione e Prodotti

Londra, il sughero protagonista della Serpentine Gallery di Herzog e De Meuron

P.C.

Inaugurato lo scorso 1 giugno il padiglione della Serpentine Gallery di Londra progettato da Herzog & de Meuron e Ai Weiwei è in qualche modo anche italiano. Il padiglione ipogeo è stato infatti rivestito con il sughero dall'azienda Amorim che ha fornito 80 mc di sughero, utilizzati in tutto lo spazio sotterraneo della nuova architettura temporanea.

Inaugurato lo scorso 1 giugno il padiglione della Serpentine Gallery di Londra progettato da Herzog & de Meuron e Ai Weiwei è in qualche modo anche italiano. Il padiglione ipogeo è stato infatti rivestito con il sughero dall'azienda Amorim che ha fornito 80 mc di sughero, utilizzati in tutto lo spazio sotterraneo della nuova architettura temporanea.

«Sono molto soddisfatto – è intervenuto in apertura António Rios de Amorim, Presidente di Corticeira Amorim - per il rilievo dato al sughero in questo progetto architettonico. Ci si aspettava che un uso estensivo del sughero avrebbe portato ad un maggiore riconoscimento internazionale di questa materia prima naturale».

Il padiglione è un salotto circolare, rivestito di sughero, con una complessa struttura multipiano, dove sono disposti 108 pezzi di mobili in agglomerato di sughero espanso. Si tratta di opere disegnat e disposte da Ai Weiwei e di Herzog e de Meuron appositamente per questo scopo, «intagliate a mano dai tecnici specializzati di Amorim Isolamentos sotto la supervisione del team di architetti» ha precisato l'azienda.

«Abbiamo scelto questa materia prima – spiegano gli architetti – perché il sughero è un materiale naturale con qualità tattili meravigliose ed è inoltre estremamente versatile per essere scolpito, tagliato, sagomato e formato».

Il Serpentine Pavilion 2012 è già stato acquistato da Usha e Lakshmi N. Mittal ed entrerà loro collezione privata dopo la chiusura al pubblico prevista il 14 ottobre 2012.


© RIPRODUZIONE RISERVATA