Innovazione e Prodotti

Nasce iPavement: il marciapiede wi-fi con le Apps testato a Madrid

Maria Luisa Felici

La pavimentazione messa a punto da un consorzio di imprese e universita spagnole consente di scaricare contenuti e scambiare messaggi con informazioni sulla città via pc, telefoni e tablet. Sarà sul mercato a giugno

Un pavimentazione che consente la trasmissione di segnali Wi-Fi e di inviare messaggi a cellulari e tablets: sono solo alcune delle possibilità offerte da iPavement, un nuovo prodotto messo a punto da Asepi (Agrupacion empresalarial innovadora pavimento inteligente), un consorzio di imprese e di università spagnole che fin dal 2007 hanno unito i loro sforzi per realizzare una innovazione tecnologica da inutilizzare nel contesto delle realtà urbane. La società spagnola Via Intelligente si occuperà invece della fabbricazione del prodotto che inizierà dal prossimo mese di giugno.

iPavement è una nuova generazione di pavimentazione realizzata in carbonato di calcio, disponibile con varie rifiniture adatte sia per le ambientazioni esterne che interni. Sebbene disponibile in dimensioni standard, iPavement può essere fabbricata in ogni misura e si presenta in due formati, classico e accessibile, questo ultimo, in accoglimento della normativa di accessibilità universale, è «podotattile», ovvero con scanalature adatte ad essere individuate da persone non vedenti o con capacità visiva ridotta. La sua innovazione è l'integrazione di un sistema operativo, Apps e sensori che doteranno le strade cittadine di molteplici funzionalità diventando un vero e proprio canale di comunicazione per i cittadini le realtà commerciali e i servizi.

Le Apps principali integrate nel pavimento sono le seguenti: Via book una vera e propria biblioteca che permette la pubblicazione di opere locali, promozioni culturali e la distribuzione delle opere digitali; Via Mapas, per trovare luoghi su mappe e piante della città; Via Sound per la musica, riproducibile sul cellulare; Via Coupons per la distribuzione commerciale di coupon tramite telefonia mobile; Analytics iPavement per effettuare analisi e statistiche su accessi, pedoni, occupazione di spazi pubblici; Ms-Alert per la segnalazione tramite bluetooth di pavimentazione non in buono stato di manutenzione, avvisi di incidenti e altri allarmi programmabili e ricevibili tramite e-mail, cellulare o servizi pubblici; Ms-Blue per l'invio, sempre mediante bluetooth, di messaggi ai cittadini di informazione turistica, pubblicità commerciali, etc.

La prima posa in opera di iPavement a livello sperimentale ha riguardato la Puerta del Sol di Madrid, con l'installazione di 150 metri di connessione in modalità «podotattile» iPavement permette anche la interoperabilità tra città secondo lo standard internazionale Epi (Intelligent Environments Pavements Standard), in modo che le amministrazioni pubbliche, attraverso l'installazione e l'utilizzo del pavimento intelligente, concorrano a creare la interconnessione con altre città, dando così vita ad «una rete di città».


© RIPRODUZIONE RISERVATA