Innovazione e Prodotti

Federacciai: produzione in ripresa nel 2012, ma l'edilizia soffre ancora

Nonostante non siano ancora tornati i valori produttivi pre-crisi, la siderurgia italiana conferma in questi primi mesi dell'anno la ripresa iniziata già nel 2011. Nel primo trimestre l'Italia ha prodotto 7,4 milioni di tonnellate di acciaio, in aumento del 5,7% sullo stesso periodo del 2011, crescendo più della media europea (-3,9%) anche se si è ancora ben lontani (-11,3%) dai risultati raggiunti nel primo trimestre 2008. I risultati sono stati presentati oggi dal presidente di Federacciai, Giuseppe Pasini, dal vicepresidente Nicola Riva e dal direttore generale Flavio Bregant.

«Ma non si può parlare di una crescita uniforme - ha spiegato Pasini - a fianco di comparti che stanno tenendo, ad esempio quello degli acciai speciali, degli inossidabili e in
generale dei prodotti per la meccanica, registriamo purtroppo anche il sostanziale e preoccupante ristagno dei prodotti per l'edilizia, causato dalla debolezza del settore delle
costruzioni, ormai ferme da anni».

Inoltre, ha proseguito, «constatiamo ancora oggi l'assenza di politiche energetiche lungimiranti, valide per poter programmare con maggior efficienza il nostro futuro. E' necessario che il Governo si impegni nella definizione, una volta per tutte, di una politica energetica coerente e organica, impegnandosi a favorire l'avvio concreto delle grandi opere infrastrutturali da tempo annunciate».


© RIPRODUZIONE RISERVATA