Innovazione e Prodotti

Comfort, risparmio e materiali a Km 0: in Trentino il primo edificio pubblico Leed Gold

Mila Fiordalisi

Taglio del nastro a Vigo Rendena, in provincia di Trento, per il primo edificio pubblico d'Europa certificato Leed Gold. Realizzato con i finanziamenti del bando 1/2008 del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, l'edificio – che ospita la sede del Comune e la canonica cittadina – è un concentrato di innovazione sia per quel che riguarda l'uso dell'impiantistica green sia sul fronte dei materiali "bio".

«Abbiamo raggiunto un risultato molto importante - ha sottolineato il sindaco Ezio Loranzi – e il progetto rappresenta una pietra miliare anche per la Provincia di Trento, che in questa scelta ci ha sostenuti e aiutati». A curare e coordinare l'intero processo di certificazione Leed ci ha pensato la società di consulenza Dream di Tione; Habitech, il Distretto tecnologico trentino per l'energia e l'ambiente, si è occupato invece del commissioning e della "modellazione" energetica.

Gran parte dell'energia necessaria a soddisfare i fabbisogni della struttura viene prodotta da fonti rinnovabili: in campo un impianto fotovoltaico, pannelli per la produzione dell'acqua calda sanitaria e un generatore termico a biomassa. Isolanti naturali sono stati utilizzati a livello dell'involucro dove è stato fra l'altro allestito un sistema per il ricambio dell'aria.

Riguardo ai materiali si è optato per quelli a km 0 ossia per soluzioni prodotte in loco: è il legno a fare da padrone (la struttura dell'edificio è in calcestruzzo al piano terra e in legno per i due livelli sovrastanti), ma spiccano anche il porfido di origine trentina, e piastrelle prodotte con elevate quantità di scarti riciclati. In campo anche il bamboo, fra i pochi materiali non locali, ma scelto per l'elevata capacità di riprodursi: è stato utilizzato sotto forma di parquet nella sala consigliare e in quella di giunta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA