Innovazione e Prodotti

Pelle di zinco rosso sulla casa di cura

M.Fi.

L'edificio giovani affetti da problemi neuro-psichiatrici. È costato 1,1 milioni di euro. La forma si ispira al tracciato di un elettro-encefalogramma

È a firma dell'architetto José Javier Gallardo dello studio spagnolo g.bang il progetto della casa di cura per giovani affetti da problemi neuro-psichiatrici recentemente inaugurata a Saragozza.
Realizzato grazie a un investimento pubblico di 1,1 milioni il nuovo edificio – connesso attraverso un tunnel sotterraneo al vicino centro di neuropsichiatria Nuestra Señora del Carmen – è completamente a base di un rivestimento di zinco color rosso acceso. La scelta del rosso non è casuale: come spiega l'architetto il rosso mira a simboleggiare la giovinezza e ad «attirare» la comunità locale sul problema dei disturbi neuro-psichiatrici dando «voce» ai giovani ospiti della struttura.

Per dare forma all'edificio, che si estende su una superficie di circa mille mq, il progettista si è inoltre ispirato al tracciato di un elettroencefalogramma: i tetti triangolari che svettano sulla struttura orizzontale, quelli con una pendenza del 240%, simboleggiano i picchi dell'attività cerebrale e sono stati creati in corrispondenza degli spazi comuni. I tetti con pendenza del 60% fanno il paio con le stanze dei giovani ospiti (in totale l'edificio ospita dieci stanze singole e otto doppie) e con quelle adibite a uffici del personale. La copertura piana è stata utilizzata per rivestire le altre aree.

I pannelli verticali utilizzati per rivestire l'intero edificio vengono interrotti solo dalle finestre vetrate che nelle ore notturne si chiudono come palpebre grazie ad ante scorrevoli anch'esse a base di pannelli in zinco rosso che «compattano» completamente l'edificio


© RIPRODUZIONE RISERVATA