Lavori Pubblici

Imprese in crisi, altri 20 giorni ai creditori per esprimersi sul concordato di Cmc

Q.E.T.

Si è svolta ieri la seconda udienza per la prosecuzione dell'adunanza dei creditori

Si è svolta ieri la seconda udienza per la prosecuzione dell'adunanza dei creditori nella procedura di concordato di Cmc Ravenna (Cooperativa Muratori e Cementisti Ravenna), società attiva nel settore delle costruzioni.

Al termine della seduta, si legge in una nota della cooperativa, il giudice, valutate le varie posizioni emerse, ha chiuso l'adunanza e ha concesso i 20 giorni previsti dalla legge per la continuazione dell'espressione di voto per i creditori che non avessero ancora comunicato la propria decisione. La Cmc Ravenna, si sottolinea nella nota, giudica l'esito dell'adunanza in maniera positiva e rimane in attesa di verificare l'espressione di voto solo al termine degli ulteriori 20 giorni concessi come per legge.


© RIPRODUZIONE RISERVATA