Lavori Pubblici

Tangenti per gli appalti alle Terme di Abano-Montegrotto, condannati quattro imprenditori

Q.E.T.

La sentenza emessa dal Tribunale di Padova riguarda l'assegnazione di alcuni lavori di illuminazione

Altre quattro condanne nei confronti di altrettanti imprenditori sono state inflitte ieri
dal Tribunale di Padova per reati che vanno a vario titolo da induzione indebita a dare e promettere utilità e corruzione, nell'ambito delle cosiddette "tangenti alle terme" che avevano coinvolto l'ex sindaco di Abano, Luca Claudio.

Il collegio del tribunale di Padova presieduto dalla giudice Marina Ventura ha condannato a 4 anni gli imprenditori rodigini Luciano e Saverio Guerrato, a 2 anni Ermanno Pegoraro, consigliere con delega ai lavori pubblici, e a 10 mesi Giuseppe Biava, titolare della società Aesys di Bergamo.

Stando alle accuse del pm Federica Baccaglini, i Guerrato avrebbero ottenuto un appalto da 15 milioni di euro per gli impianti di illuminazione del Comune di Montegrotto Terme in
cambio di 120 mila euro versati a Claudio e al sindaco di Montegrotto Terme, Massimo Bordin. La Ayes invece aveva avuto contatti con il settore tecnico del Comune aponense per
l'aggiudicazione di lavori, sempre di illuminazione


© RIPRODUZIONE RISERVATA