Lavori Pubblici

La stazione appaltante può annullare la gara senza aggiudicare se ritiene l’offerta non conveniente

Roberto Mangani

Consiglio di Stato: questa facoltà rientra nella piena discrezionalità dell’ente e non appartiene alla commissione giudicatrice

La facoltà di non procedere all'aggiudicazione nel caso in cui l'offerta aggiudicataria sia ritenuta non conveniente o non idonea appartiene direttamente all'ente appaltante e non alla commissione giudicatrice. L’esercizio di tale facoltà rientra nella piena discrezionalità dell'ente appaltante e attiene a un apprezzamento di merito sindacabile davanti al giudice amministrativo solo in caso di manifesta illogicità o palese travisamento dei fatti. In questo senso ...


Quotidiano Edilizia e Territorio – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano Edilizia e Territorio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità dell'edilizia, degli appalti, delle infrastrutture, della progettazione architettonica e dell'urbanistica. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei giĆ  in possesso di username e password?