Lavori Pubblici

Appalti/2. UnionSoa: pronti a collaborare allle modifiche al codice dei contratti

Q.E.T.

La principale associazione delle società organismo di attestazione offre la disponibilità a collaborare al “cantiere” codice

«Confermiamo la nostra disponibilità ad un confronto aperto e costruttivo sul tema della riforma del codice appalti che ha bisogno di essere snellito e semplificato per il rilancio degli investimenti e, dunque, dell'economia del Paese». Lo ha detto Tiziana Carpinello, presidente di UnionSoa, l'Associazione nazionale società organismi di attestazione (Soa), la più importante realtà associativa degli organismi di attestazione - con riferimento a quanto affermato alla Camera dal ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli, in occasione dell'audizione presso la Commissione Ambiente sulle linee programmatiche del ministero, a conclusione della consultazione pubblica indetta dal Mit sulla riforma del Codice Appalti.

«Nell'ambito della consultazione pubblica - ha aggiunto Carpinello - UnionSoa ha dato il proprio contributo sottolineando la necessità, in sede di revisione del Codice, di una chiara individuazione delle responsabilità e dei ruoli tra gli attori coinvolti nel settore degli appalti pubblici, la definizione di criteri di selezione ancor più aderenti alla realtà d'impresa in fase di verifica dei requisiti necessari al rilascio delle attestazioni Soa, lo snellimento e la semplificazione delle procedure di attestazione, con l'obiettivo di garantire sempre maggiore trasparenza, risparmi per la PA e procedure più semplici per le imprese».


© RIPRODUZIONE RISERVATA