Lavori Pubblici

Codice, i sindacati: «Sì a semplificazioni, no a un ritorno alla Legge Obiettivo»

Q.E.T.

La nota congiunta i segretari generali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, Vito Panzarella, Franco Turri e Alessandro Genovesi

«In questo Paese non vi può essere una visione ideologica su tutto e a prescindere. Il Codice degli Appalti, come tutte le normative complesse, può essere cambiato e migliorato soprattutto in termini di semplificazione delle procedure e di accelerazione dell'avvio di
cantieri». Lo affermano in una nota congiunta i segretari generali di Feneal Uil, Filca Cisl e
Fillea Cgil, Vito Panzarella, Franco Turri e Alessandro Genovesi.
«Ovviamente - prosegue la nota - come saremo i primi a sostenere semplificazione e
sburocratizzazione saremo i primi a contrastare chi vuole tornare al General Contractor o alla filosofia della Legge Obiettivo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA