Lavori Pubblici

Centro Italia, Paola De Micheli nuovo commissario di governo alla ricostruzione

M.Fr.

Ha 42 anni, Pd, ed è l'attuale sottosegretario all'Economia. Sostituirà Errani dopo il 9 settembre

Sarà Paola De Micheli a succedere a Vasco Errani nel ruolo di commissario di governo alla ricostruzione del Centro Italia. La nomina, secondo fondi parlamentari citate dall'Ansa, sarà ufficializzata nei prossimi giorni. Paola De Micheli, deputata Pd, è sottosegretario all'Economia. Ha 42 anni, è laureata in Scienze Politiche e vive a Piacenza dove è stata per due anni assessore comunale alle Risorse umane ed economico-finanziarie.

Smentite pertanto tutte le ipotesi e le indiscrezioni che indicavano figure di governo che in qualche modo avevano contribuito al lavoro tecnico-normativo legato alla ricostruzione del Centro Italia, come l'attuale ministro per la Coesione territoriale, Claudio De Vincenti, o il sottosegretario alla presidenza, Maria Elena Boschi.
Appare abbastanza chiaro che, con le elezioni in primavera 2018 e la campagna elettorale già iniziata, la gestione commissariale avrà un carattere di transizione e un orizzonte molto più ristretto dell'anno di gestione Errani. La nuova nomina lascia inoltre tutta aperta la discussione sulla governance della ricostruzione, con le Regioni in pressing per acquisire un ruolo di capofila, ciascun governatore nel suo territorio.

Critiche sono arrivate dal movimento Cinque stelle. «Con la nomina del sottosegretario De Micheli a commissario per il terremoto il governo applica lo stesso principio che aveva portato alla scelta del suo predecessore, Vasco Errani, quello della fedeltà al partito», dicono i capigruppo del Movimento alla Camera e al Senato, Simone Valente ed Enrico Cappelletti. «Competenza ed esperienza sulla materia ovviamente non vengono prese in considerazione da Gentiloni il quale del resto oggi, parlando a sproposito, ha affermato che per i territori colpiti dal sisma è stato profuso un "impegno totale". Questo non è assolutamente vero e le popolazioni colpite dal sisma lo sanno meglio di chiunque altro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA