Lavori Pubblici

Appalti e sentenze, il nuovo codice nelle interpretazioni di Tar e Consiglio di Stato

Mau.S.

Una bussola per i comportamenti di stazioni appaltanti e imprese nelle prime pronunce dei giudici. Commenti e testi nel dossier on line

Mentre tra Governo, Parlamento e Consiglio di Stato si discute del primo Correttivo alla riforma da varare entro il prossimo 19 aprile, comincia a prendere forma anche un primo filone di giurisprudenza sul nuovo codice degli appalti, offrendo così una bussola per i comportamenti di stazioni appaltanti e imprese.

Nel dossier on line appena pubblicato sul nostro «quotidiano digitale» commentiamo e offriamo ai lettori i testi delle principali pronunce emesse dai giudici in applicazione del Dlgs 50/2016, in vigore ormai da quasi un anno. Dalle cause di esclusione alla valutazione delle offerte, dai requisiti di gara ai raggruppamenti, dall'avvalimento alla qualificazione vengono così in rilievo i primi punti fermi stabiliti da Tar e Consiglio di Stato nell'interpretazione delle nuove regole.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL DOSSIER (RISERVATO AGLI ABBONATI)


© RIPRODUZIONE RISERVATA