Lavori Pubblici

Casa Italia, ecco il dipartimento di Palazzo Chigi (che non sarà guidato da Azzone)

Massimo Frontera

La nascita della struttura è disposta da un emendamento al Dl terremoto depositato dal governo presso la commissione Ambiente della Camera

Ai nastri di partenza il dipartimento presso la presidenza del Consiglio dedicato alla prevenzione. L'annuncio è arrivato ieri dal premier Paolo Gentiloni. «Abbiamo messo dei soldi in bilancio che dureranno nei decenni; trasformeremo questa unità di missione in un dipartimento della Presidenza del consiglio per dare continuità a questa operazione che consideriamo fondamentale», ha detto il premier in occasione della presentazione della 25ma edizione delle "Giornate Fai di Primavera", con il ministro Dario Franceschini.
Il nuovo dipartimento si chiamerà "Casa Italia", in omaggio all'iniziativa avviata in agosto dall'ex premier Matteo Renzi. Il nuovo dipartimento sostituisce e supera l'attuale struttura di missione che conta 17 esperti coordinati dall'ex rettore del Politecnico di Milano, Giovanni Azzone.
A prevedere la costituzione di Casa Italia è un emendamento al decreto terremoto che il governo ha depositato presso la Commissione Ambiente della Camera. Il decreto terremoto, in corso di conversione in legge, contiene le nuove misure a favore delle popolazioni colpite dal sisma; la discussione si dovrebbe concludere in Commissione Ambiente questa settimana (con la votazione degli emendamenti tra oggi e giovedì), per poi passare all'esame dell'Aula di Montecitorio.

L'emendamento al Dl terremoto
Nell'emendamento disposto dal governo viene assicurata la copertura finanziaria per il funzionamento del dipartimento e viene indicata la relativa dotazione organica, che prevede un capo dipartimento, due dirigenti di prima fascia, con due direzioni generali e quattro direzioni. L'attuale Casa Italia - cioè la struttura di 17 esperti guidati da Giovanni Azzone - lavorerà in affiancamento al neonato dipartimento per qualche tempo, fornendo consulenza su punti specifici, ma di fatto conclude la sua missione con l'entrata a regime della nuova struttura permanente. La funzione di Capo dipartimento è incompatibile con la docenza universitaria, cosa questa che esclude che l'attuale coordinatore della struttura di missione, Giovanni Azzone, possa essere nominato capo del nuovo dipartimento. Per questo ruolo sarà invece il governo a selezionare il profilo più adatto, a cominciare dalle competenze interne alla pubblica amministrazione.

I dieci cantieri-pilota di Renzo Piano e l'indice di pericolosità
Il prossimo aggiornamento su Casa Italia arriverà ad aprile. Lo ha detto lo stesso presidente del Consiglio: «Rilanceremo tra qualche settimana, in occasione del salone del mobile a Milano, il progetto Casa Italia con l'idea di lavorare per decenni», ha detto Paolo Gentiloni. «Nella tragedia di un terremoto senza precedenti, e che è diventato un fenomeno cronico, non dobbiamo dimenticare la sfida che ci propone per quanto riguarda un lavoro di lunga lena di cura e di manutenzione del nostro paese», ha aggiunto.
Il prossimo mese si conosceranno i dieci comuni dove saranno realizzati i dieci interventi-pilota di miglioramento sismico di edifici esistenti (senza necessità di un trasferimento temporaneo dei residenti).
In corso di avanzata definizione anche il lavoro sul "repository" dei dati per definire l'indice di pericolosità di Comuni, con possibilità di andare nel dettaglio anche di singoli immobili. Un lavoro che i tecnici di Casa Italia stanno costruendo principalmente insieme all'Istat e anche con l'Ispra.


© RIPRODUZIONE RISERVATA