Lavori Pubblici

Varato il nuovo accordo Ance-Confindustria sulla rappresentanza delle imprese edili

G.La.

In occasione delle celebrazioni del settantennale dell'associazione dei costruttori, alla presenza dei presidenti Vincenzo Boccia, Giorgio Squinzi e Claudio De Albertis è

Ufficialmente varato il nuovo accordo Ance-Confindustria. Ieri, in occasione delle celebrazioni del settantennale dell'associazione dei costruttori, alla presenza dei presidenti Vincenzo Boccia, Giorgio Squinzi e Claudio De Albertis è stato sottoscritto l'accordo con le nuove modalità organizzative per il sistema di rappresentanza del settore edile, che era stato già sottoscritto nel corso dell'assemblea di fine maggio di viale dell'Astronomia.

Viene così aggiornato il precedente patto siglato tra la Confederazione e l'Ance nel 1992 tra gli allora presidenti Sergio Pininfarina e Riccardo Pisa, «confermandolo e implementandolo – come spiega una nota dei costruttori - nella sua fondamentale intuizione di politica organizzativa di promuovere integrazione, interazione e complementarità di azione associativa».

Vengono così declinati i principi organizzativi della riforma del sistema associativo di Confindustria firmata dalla commissione Pesenti, in funzione delle peculiarità del settore edile che «per complessità e diffusione territoriale, rappresenta un unicum nel panorama delle associazioni confederali, riuscendo nello stesso tempo ad assicurare risposte nuove ad un contesto associativo radicalmente mutato nei suoi bisogni di rappresentanza e nelle sue aspettative di tutela».

L'accordo ribadisce l'autonomia di Ance con riferimento alla rappresentanza, alla gestione della bilateralità del settore e alla definizione delle politiche per la realizzazione delle opere infrastrutturali e la regolazione del mercato. Ed è ispirato a modelli di snellimento ed efficienza della governance: prevede una razionalizzazione degli organi decisionali, misure per regolare eventuali aggregazioni sul territorio e per rafforzare la sinergia e la proficua collaborazione tra Confindustria e Ance. Tra le novità, spicca per Ance nazionale una modalità di elezione del presidente più rispondente alla complessità organizzativa del sistema.


© RIPRODUZIONE RISERVATA