Lavori Pubblici

Salini Impregilo vince in Turchia l'adeguamento del depuratore di Atakoy per 84 milioni

Q.E.T.

Il contratto, di tipo Epc (engineering, procurement, construction), firmato tramite la controllata Fisia Italimpianti

Salini Impregilo, tramite la controllata Fisia Italimpianti, si è aggiudicata un contratto del valore di 83,9 milioni di euro in Turchia per l'adeguamento dell'impianto di depurazione esistente di Atakoy e per la realizzazione di una nuova sezione dell'impianto stesso.

Il progetto, assegnato dalla società comunale Istanbul Suve Kanalyzasyon Idaresi (Iski), sarà realizzato dal consorzio Fisia Alkatas, che comprende la capofila Fisia e la società Alkatas, con quote paritetiche del 50% ciascuna. Il consorzio, di tipo Epc (engineering, procurement, construction), prevede l'adeguamento dell'impianto di depurazione esistente, così da renderlo idoneo a trattare 360 mila metri cubi al giorno, e la realizzazione di una nuova sezione di impianto per il trattamento di 260 mila mc/g, dei quali 20 mila mc/g mediante membrane.

L'opera dovrà essere completata nei prossimi 24 mesi. Il nuovo contratto permette a Fisia Italimpianti, attiva nella progettazione e realizzazione di impianti per la dissalazione e il trattamento delle acque con sede a Genova, di sviluppare la sua posizione di mercato e di rafforzare il suo ruolo nel campo dell'eco-sostenibilità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA