Lavori Pubblici

Scuole, via libera a 50 cantieri per 37,5 milioni contro il rischio sismico

Massimo Frontera

La Corte dei Conti ha registrato il decreto Miur (firmato a dicembre): dieci mesi per aggiudicare e due anni per eseguire i lavori

Alla fine sono avanzati anche dei soldi. Al via il piano di edilizia scolastica riservato all'adeguamento sismico che ha assegnato poco più di 37,5 milioni sui 40 disponibili per le annualità 2014 e 2015. Il programma viene da lontano. Inizialmente gestito dalla Protezione Civile è stato poi preso in carico direttamente dalla presidenza del Consiglio che ha, da ultimo, previsto che il Miur selezioni gli interventi e assegni i fondi. Il decreto per l'assegnazione dei fondi è stato firmato a dicembre scorso dal ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, ed stato infine registrato l'11 febbraio dalla Corte dei Conti.
Le risorse assegnate sono esattamente pari a 37.536.601 euro e vengono ripartite tra 50 interventi in diverse città d'Italia. L'avanzo di circa 2,5 milioni, precisa il Miur, si aggiungerà ai 20 milioni già previsti per l'annualità 2016 del programma con le stesse finalità.

SCARICA IL TESTO - LA LISTA DELLE 50 SCUOLE FINANZIATE

Il decreto del Miur è stato reso noto, ma non è stato ancora pubblicato in «Gazzetta». Dalla pubblicazione in «Gazzetta» scatta la serrata tabella di marcia che, se non rispettata, fa scattare la revoca dei fondi. Entro 10 mesi l'ente locale deve completare la progettazione e affidare l'appalto (aggiudicazione provvisoria). L'esecuzione non deve superare i due anni, che si conteggiano a partire dall'aggiudicazione definitiva (non dal contratto di appalto). I soldi - fino al 90% dell'importo - vengono liquidati dal Miur in base ai Sal (stato di avanzamento lavori). Il restante 10% viene liquidato a seguito del collaudo. All'ente locale viene concessa la possibilità di riutilizzare la metà delle economie di gara nell'ambito dello stesso appalto (in conto varianti dovute a eventi imprevisti o imprevedibili, oppure per finanziare opere complementari).


© RIPRODUZIONE RISERVATA