Lavori Pubblici

Edilizia scolastica, apre il «bando» nazionale con 480 milioni di spazi finanziari

Massimo Frontera

Pubblicato l'avviso della struttura di missione di Palazzo Chigi in attuazione dell'articolo 1, comma 713 della legge di Stabilità

È stato ribattezzato "#Sbloccascuole" il piano che consentirà agli enti locali di "nettizzare", rispetto ai limiti del patto di stabilità, 480 milioni di risorse da investire in interventi di edilizia scolastica, a valere su vari programmi.

Ad attuare la misura prevista dalla legge di Stabilità (articolo 1, comma 713) è la struttura di missione di Palazzo Chigi, che proprio ieri ha pubblicato un avviso con il quale viene dato il via alle richieste da parte di Comuni, province e città metropolitane.

Lo "sportello" si chiude il prossimo primo marzo. Gli enti locali, specifica la nota di Palazzo Chigi, «possono trasmettere la domanda attraverso il sito www.sbloccabilancio.it , compilando il form on line».

Si possono richiedere spazi riferiti ai piani di edilizia scolastica "Scuole nuove" (Comuni e province) e al programma Mutui Bei. L'effetto di liberazione sul debito ha effetto sull'annualità 2016.

Tutta la documentazione pubblicata dalla struttura di missione di Palazzo Chigi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA