Lavori Pubblici

Lavori all'estero, Astaldi vince condotte idriche in Perù per 110 milioni di euro

A.A.

Contratto con l'Ente energetico della regione Piura insieme all'impresa locale Obrainsa - Opera di captazione e condotta irrigua

Contratto del Gruppo Astaldi per la realizzazione del Progetto Idrico Alto Piura, in Perù, con valore complessivo delle opere da realizzare pari a 110 milioni di euro circa, di cui il 51% in quota Astaldi.
Il contratto - di cui il Gruppo Astaldi ha annunciato l'acquisizione con un comunicato dell'11 gennaio - prevede la realizzazione di un impianto per la captazione e la conduzione a scopo irriguo delle acque del fiume Huancabamba, nella Regione di Piura, 800 chilometri a nord di Lima. Il progetto porterà alla realizzazione di un tunnel della lunghezza di 13 chilometri e del diametro di 4,2 metri, di uno sbarramento mobile e una diga (36 metri di lunghezza e 15 metri di altezza massima), nonché di 47 chilometri di vie d'accesso e di opere connesse.

I lavori saranno avviati nel mese di marzo, con durata pari a 5 anni. Il Committente è il PEIHAP, ente per lo sviluppo agricolo ed energetico del Governo Regionale del Piura. Le
opere saranno realizzate in raggruppamento di imprese da Astaldi (al 51%) e dall'impresa locale Obrainsa S.A. (al 49%). I lavori saranno finanziati con fondi del Ministero dell'Economia e delle Finanze peruviano.

«Il nuovo contratto - spiega la nota - consolida la presenza di Astaldi in Perù, dove il Gruppo è attualmente impegnato anche nella realizzazione degli impianti idroelettrici Cerro del Àguila (510MW) e Santa Teresa (98MW); allo stesso tempo, ne rafforza il posizionamento internazionale, che già oggi vede il Gruppo Astaldi al 5° posto tra i Contractor a livello
mondiale per fatturato prodotto nel settore Hydro Plants».

Nei primi nove mesi del 2015 Astaldi ha fatto registrare una crescita a doppia cifra dei ricavi consolidati (+11,6% a 2,1 miliardi di euro) e dell'utile netto (+25,7% a 76 milioni) - si veda il comunicato


© RIPRODUZIONE RISERVATA